http://hotelastoriarapallo.it/

Una Storia lunga un secolo

struttura


Alla fine dell’Ottocento, Rapallo vede la fine del decadimento iniziato al sorgere del secolo, quando da sede di importante Capitanato si trova semplice borgo e assiste alla sua rinascita economica. Rapallo “fin de siècle” è un rinomato centro turistico che richiama ospiti illustri. Nascono gli alberghi grazie anche alla costante presenza di turisti stranieri. Tra i primi nello scegliere Rapallo come luogo di soggiorno c’è il filosofo tedesco Nietzsche e sfogliando i registri degli alberghi o le pagine de “Il Mare” leggiamo i nomi del maresciallo Molte, di Franz Listz, Guy de Maupassant, Lord Carnavon, di Leonora Duse, la principessa Luisa di Sassonia ed il marito Enrico Toselli, Sem Benelli e nel 1910 giungono a Rapallo anche il principe Augusto Guglielmo e il presidente degli Stati Uniti Teodoro Roosevelt.
In questo panorama, e precisamente nel 1903, l’attuale Via Gramsci, allora conosciuta come Via delle Palme (o degli Aranci per via delle piante che la decorano ancora oggi) vede la costruzione dell’Hotel Astoria, facente parte di un complesso di edifici in stile Liberty costituenti allora la zona più lussuosa di Rapallo. Denominato Astoria, durante il periodo fascista, l’Hotel è sempre stato attivo, godendo di fortuna altalenante a seconda dei diversi periodi storici attraversati. Viene completamente ristrutturato da un facoltoso proprietario all’inizio degli anni ’80, diventando uno degli Hotel più lussuosi dell’epoca e acquisendo le 4 stelle che oggi lo contraddistinguono.

Breadcrumbs

Questo sito, e gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari per il suo funzionamento, per analizzare in maniera aggregata le visite al sito stesso, e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze, secondo le finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Questo sito, e gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari per il suo funzionamento, per analizzare in maniera aggregata le visite al sito stesso, e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze, secondo le finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.